Con ogni ordine una fascia capelli in spugna con il nostro logo, fino ad esaurimento scorte
0
Il tuo Carrello
0
Il tuo Carrello

Cosmetico Vegano, Naturale o Bio?

Sempre di più i termini vegano, naturale, biologico vengono utilizzati nel mondo della cosmesi, a garantire, almeno così dovrebbe essere, la presenza di ingredienti naturali e processi di lavorazione ecologici. 

Cosa si intende per cosmetico naturale?

Il termine “naturale” è generico, non c’è una regola precisa infatti che stabilisca la quantità o il numero di componenti naturali e sintetici che possono essere presenti nel prodotto. Esistono degli enti privati certificatori che hanno provato a definire degli “standard”, ad esempio Ecocert, ma non esiste una legge vera e propria che regolamenti l’uso del termine “naturale”.

Cosmetico ecologico o biologico?

I termini “ecologico” e “biologico” sono similari, significano che il prodotto contiene il 95% o più di ingredienti di origine naturale ( 50% vegetali ) e di questi almeno il 5% provenienti da agricoltura biologica. Anche in questo caso l’ente certificatore più conosciuto è Ecocert.

Il logo dell’Ente certificatore, apposto sulle confezioni dei prodotti certificati, aiuta il consumatore nella scelta consapevole del cosmetico, fornendo una garanzia sulla qualità del prodotto e del rispetto per l’ambiente. 

Cosmetici Vegetariani e Vegani

La parola “vegetariano” riferito ad un cosmetico significa che esso non contiene ingredienti animali ma può contenere alcuni derivati ( propoli, bava di lumaca, veleno di vipera,…) 

La definizione di “vegano” si riferisce al fatto che il prodotto non contiene ingredienti animali o derivati, per esempio latte, miele, bava di lumaca, ma non è implicito che ingredienti e/o prodotto finale siano stati testati su animali.

Cosa sono i cosmetici cruelty free?

Fortunatamente la normativa europea vieta di testare i cosmetici sugli animali, e questo è Legge ( L’11 marzo 2013 è entrato in vigore, in tutti i Paesi dell’Unione Europea, il divieto assoluto di vendere o importare prodotti e ingredienti cosmetici testati sugli animali, come previsto dal Regolamento Europeo 1223/2009 ).

Perciò anche il termine “cruelty free”, in Europa non ha molto senso, mentre va cercato su prodotti provenienti dall’estero, in quanto la normativa cambia a seconda del Paese di provenienza del prodotto. Il simbolo è solitamente un coniglietto.